Film & Music
Festival

1-18 dicembre 2021

Teatro Dal Verme
Milano

CLIMATE

Space

TEMATICHE

Allevare / Breed

Si tende a pensare all’allevamento come ad un’attività che ha solo impatti negativi sull’ambiente: una tra le principali fonti di gas climalteranti, di inquinamento dell’aria e dell’acqua, di deforestazione. In realtà, le forme più tradizionali d’allevamento come la silvopastorizia e  il pascolo rotazionale aumentano la capacità del suolo ad assorbire anidride carbonica dall’atmosfera, migliorando il benessere animale e riducendo in modo significativo l’uso di mangimi, fertilizzanti, erbicidi e farmaci da parte degli allevatori. We tend to think of livestock only in terms of its negative impacts on the environment, such as greenhouse gas emissions, deforestation, air and water pollution. In fact, some of the most traditional ways of handling cattle, like silvopasture and managed grazing, increase soil capacity to absorb and store CO2, while improving animal wellbeing and reducing farmers’ use of feed, fertilisers, herbicides and drugs.

09.12h18:00 – h22:30Monsieur Oyster – Il Signor Ostrica

09.12
h18:00 – h22:30

Monsieur Oyster – Il Signor Ostrica

di Sergio Penzo e Douglas Guillot | 04:37 | 2018 | Francia – France

Sonorizzazione / Live soundtrack h.22.30 FRANCESCO ARCURIi

Nel Bacino d’Arcachons, da sei generazioni la famiglia di Joël Dupuch si prende cura delle ostriche e affina l’arte dell’ostricoltura.

09.12h18:00 – h22:30Mala Hierba – Erbaccia

09.12
h18:00 – h22:30

Mala Hierba – Erbaccia

di Adriana Roslin | 10:06 | 2020 | Spagna – Spain

Sonorizzazione / Live soundtrack h.22.30 FRANCESCO ARCURI

Dal remoto villaggio di Kuru, alle pendici dell’Himalaya, dove la canapa cresce vigorosa, Duthakla e Khadak Bogati si sono trasferiti a Kathmandu per essere più vicini ai mercati e confezionare vestiti ed accessori utilizzando i tessuti di canapa prodotti nel loro villaggio.

10.12 h18:00 – h22:30Capre Diem

10.12
h18:00 – h22:30

Capre Diem

di Walter Bencini | 35:00 | 2021 | Italia

Sonorizzazione / Live soundtrack h.22.30 ABSTRACT

Nel 2013 Chiara e Niccolò decidono di andare a vivere nella montagna Toscana del Pratomagno allevando capre e producendo formaggio naturale. Otto anni dopo hanno con loro settanta capre, cinque mucche, un caseificio certificato, un giovane collaboratore di nome Sulayman e una ragazzina rumena in affidamento che si chiama Geanina.

Coabitare / Cohabit

Immersi nel mondo materiale e virtuale, assorbiti dai nostri impegni e dalle nostre abitudini, ci scordiamo di non essere gli unici esseri viventi ad abitare questo meraviglioso pianeta. Eppure ogni nostra azione ha ripercussioni sul mondo che ci circonda, alcune microscopiche, immediate e locali, altre macroscopiche, ritardate nel tempo e distanti nello spazio. In realtà siamo parte di un mondo dove tutto è collegato con tutto, e dove le nostre scelte e le nostre azioni possono contribuire al benessere globale. Immersed in the material and virtual worlds, buried under chores, commitments and habits, we forget we are not the only living beings on this wonderful planet. Yet, each of our actions impacts the world around us, sometimes with tiny, immediate and local effects, sometimes with large, delayed and distant effects. The fact is we are part of a world where everything is connected to everything else and where our choices and our actions can contribute to global wellbeing.

05.12h18:00 – h22:30Tuyuku

05.12
h18:00 – h22:30

Tuyuku

di Nicolás Rojas Sánchez | 15:00 | 2019 | Messico

Sonorizzazione / Live soundtrack h.22.30 ALESSANDRO “ASSO” STEFANA

Un albero millenario che diede origine a Yosonuviko, il popolo delle nuvole, riemerge alla memoria collettiva per ricordarci che è essenziale vivere in equilibrio con la natura.

12.12 h18:00 – h22:30 Cries of our ancestors – Le grida dei nostri antenati

12.12
h18:00 – h22:30

Cries of our ancestors – Le grida dei nostri antenati

di Rebecca Kormos e Kalyanee Mam | 20:00 | 2020 | Guinea

Sonorizzazione / Live soundtrack h.22.30 NABY CAMARA

Da secoli, una delle più grandi comunità di scimpanzé al mondo vive nelle foreste della Guinea in armonia con la popolazione locale. Ma l’incedere inesorabile delle ruspe che continuano ad espandere la vicina cava di bauxite, il minerale da cui si ottengono alluminio e gallio e che costituisce una fonte di reddito fondamentale per il paese, divora la foresta e distrugge il fragile equilibrio di chi la abita.

17.12 h18:00 – h22:30 Rann

17.12
h18:00 – h22:30

Rann

di Sarina Pearson, Shuchi Kothari, Peter Simpson | 20:14 | 2021 | New Zealand

Sonorizzazione / Live soundtrack h.22.30 FEDERICO SANESI

Si pensa ai deserti come spazi vuoti e desolati, ma quando li si osserva da vicino si scopre un mondo pieno di vita e di attività. E’ il caso della riserva della biosfera Little Rann di Kutchh, in India, la cui bellezza mozzafiato è marcata dalla presenza di uomini ed animali.

Coltivare / Grow

Le attività agricole praticate in modo responsabile giocano un ruolo fondamentale nel ristabilire l’equilibrio climatico ed ambientale del pianeta. Un’agricoltura che si prende cura del suolo e dei microorganismi che lo popolano, usando, per esempio, letame maturo o compost invece di fertilizzanti chimici e smuovendo il terreno invece che ararlo in profondità, dà stabilità al terreno, migliora l’assorbimento e la ritenzione dell’acqua, crea un habitat favorevole alla biodiversità, cattura l’anidride carbonica dall’atmosfera e la trattiene aumentando al contempo la fertilità del suolo. Responsible farming has a crucial role to play in bringing the planet back to climate and environmental balance. Farming that gives care to soil and to its microorganisms using, for instance, mature manure or compost instead of chemical fertilisers and minimal tillage instead of deep tillage, gives soil stability, improves water absorption and retention, favours biodiversity, sequesters carbon from the atmosphere while making soil more fertile. 

04.12h18:00 – h22:30L’uomo degli alberi – The man of the trees

04.12
h18:00 – h22:30

L’uomo degli alberi – The man of the trees

di Andrea Trivero | 18:55 | 2018 | Italia – Italy

Sonorizzazione / Live soundtrack h.22.30 HAMID DRAKE

In Burkina Faso, uno dei paesi più aridi al mondo, Daniel Balima, un anziano agricoltore e vivaista che è stato affetto da poliomielite da bambino, ha fatto germinare più di un milione di alberi e sogna di farne nascere un altro milione, per offrire frescura, ombra e umidità alla sua terra.

15.12 h18:00 – h22:30 It’s bean too hot – Fa troppo caldo per i chicchi

15.12
h18:00 – h22:30

It’s bean too hot – Fa troppo caldo per i chicchi

di Hedvika Michnová | 24:59 | 2021 | United Kingdom – Regno Unito

Sonorizzazione / Live soundtrack h.22.30 FEDERICO MECOZZI

Che sia in Africa o in Centro-America, il surriscaldamento globale sta mettendo a dura prova le piantagioni di caffè esponendole a variazioni di temperatura e precipitazioni irregolari e intense, e a nuove tipologie di parassiti e malattie. Ma gli agricoltori non stanno a guardare, e mettono a punto nuove tecniche e pratiche agricole per proteggere le coltivazioni e sostenere la biodiversità del territorio.

18.12 h18:00 – h22:30 Omelia contadina

18.12
h18:00 – h22:30

Omelia contadina

di JR e Alice Rohrwacher | 09:00 | 2020 | Italia – Italy

Sonorizzazione / Live soundtrack h.22.30 MARCO SELVAGGIO

Un’azione cinematografica per dar voce e sostenere la lotta dei piccoli agricoltori dell’altopiano dell’Alfina, tra Toscana, Lazio e Umbria, contro l’avanzare delle monocolture intensive ed in difesa della millenaria agricoltura contadina.

Rigenerare / Regenerate

Dopo più di settanta anni di sfruttamento e devastazione, azzerare l’impatto delle attività umane sull’ambiente è certo necessario, ma non più sufficiente. In agricoltura, in design ed in architettura stanno emergendo nuove pratiche e tecniche che non solo sono a scarti zero, ma restituiscono al pianeta più di quanto hanno prelevato: materia organica, acqua o energia. È una nuova sfida per l’ingegno umano: rendere le attività produttive positive per l’ambiente. After more than seventy years of exploitation and destruction, it is definitely necessary to bring down to zero human activities’ impact on the environment. However, it not sufficient. New practices and techniques are emerging in architecture, design and agriculture that go beyond zero waste, and aim to give back to the planet more that what they take from it: organic matter, water or energy. It is the new challenge for human ingenuity: make human activities good for the planet.

02.12 h18:00 – h22:30 Forest man – L’uomo della foresta

02.12
h18:00 – h22:30

Forest man – L’uomo della foresta

di William McMaster | 23:00 | 2013 | India

Sonorizzazione / Live soundtrack h.22.30 BIJAN CHEMIRANI

Sulle rive sabbiose del Brahmaputra, dove l’erosione si porta via intere isole, Jadav Payeng ha creato dal nulla una densa foresta di più di 500 ettari, un albero alla volta, dando stabilità alle rive ed offrendo un eremo di pace, protezione e verzura a piante ed animali.

08.12 h18:00 – h22:30 A forest garden – Una foresta giardino

08.12
h18:00 – h22:30

A forest garden – Una foresta giardino

di Thomas Regnault | 03:32 | 2019 | United Kingdom – Regno Unito

Sonorizzazione / Live soundtrack h.22.30 SEBASTIANO DE GENNARO

E possibile far nascere e crescere un intero ecosistema? Martin Crawford è convinto di sì e lo fa con grande naturalezza e straordinaria poesia.

16.12 h18:00 – h22:30 The church forests of Ethiopia – Le chiese foresta d’Etiopia

16.12
h18:00 – h22:30

The church forests of Ethiopia – Le chiese foresta d’Etiopia

di Jeremy Selfart | 09:22 | 2020 | Etiopia

Sonorizzazione / Live soundtrack h.22.30 DIMITRI GRECHI ESPINOZA

L’altopiano etiope, per la maggior parte dell’anno brullo e arido, è punteggiato da densi boschi di forma circolare e di grande biodiversità: le ultime vestigia della foresta primaria. Al centro del bosco si trovano antiche chiese ortodosse che vivono in simbiosi con il bosco: lo proteggono e ne sono a loro volta protette.

Salvaguardare / Protect

Le aree dove la vita naturale segue il suo corso in armonia con le attività umane rappresentano una ricchezza inestimabile. La comunità internazionale si è data l’obiettivo di salvaguardare, da qui al 2030, almeno un terzo delle terre emerse e degli oceani attraverso un sistema di aree protette collegate tra loro e gestite in modo inclusivo, equo ed ecologico. L’ambizione è chiara, ma il cammino lungo e irto di ostacoli. Ad oggi solo il 6% della superficie terrestre è protetto. Areas where natural life follows its course in harmony with human activity are priceless. The International Community has set itself the target to preserve, between now and 2030, at least a third of lands and oceans with a network of connected protected areas managed in an inclusive, just and ecological way. Ambition is clear, but the road to get there is long and paved with hurdles. As of today, only 6% of Earth surface is protected.

01.12 h18:00 – h22:30 Echoes in the Arctic – Echi nell’Artico

01.12
h18:00 – h22:30

Echoes in the Arctic – Echi nell’Artico

di Andy Maser, Paul Nicklen, Tahria Sheather | 43:00 | 2020 | United States – Stati Uniti

Sonorizzazione / Live soundtrack h.22.30 REDI HASA

Nei fiordi di Lofoten in Norvegia vive una delle più grandi e sane popolazioni di orche al mondo, ma si trovano anche giacimenti di petrolio e gas. Riusciremo a salvaguardare questo habitat unico?

03.12 h18:00 – h22:30 Ranger

03.12
h18:00 – h22:30

Ranger

di Mirlan Abdulaev | 15:00 | 2021 | Kyrgyzstan

Sonorizzazione / Live soundtrack h.22.30 BIJAN CHEMIRANI & REDI HASA

E’ dal 2016 che il ranger Nurzhigit Mambetaliev opera per la salvaguardia della flora e della fauna del Parco Naturale dell’Alatai e in soli cinque anni ha visto crescere il numero di stambecchi e di caprioli e riapparire i piccoli e grandi predatori.

11.12 h18:00 – h22:30 Survivors of Homo sapiens – Sopravvissuti all’Homo Sapiens

11.12
h18:00 – h22:30

Survivors of Homo sapiens – Sopravvissuti all’Homo Sapiens

di Paolo Rossi e Nicola Rebora | 19:04 | 2021 | Italia

Sonorizzazione / Live soundtrack h.22.30 VINCENZO VASI

Sulle montagne dell’Appennino Ligure-Piemontese, la storia dell’adattamento degli animali selvatici alla presenza e all’attività dell’uomo, oggi assente dal territorio ma estremamente invasivo e sfruttatore fino alla metà del ‘900.